Nati per leggere

logo NPLIl Sistema Bibliotecario Lodigiano aderisce dal 2004 a Nati per Leggere, progetto nazionale che si ispira ad una analoga iniziativa nata negli Stati Uniti alla fine degli anni Ottanta per diffondere e moltiplicare i benefici e il benessere derivanti dalla consuetudine a leggere ad alta voce ai figli fin dalla più tenera età. In Italia è stato promosso nel 2001 dall’Associazione Culturale Pediatri (ACP) dall’Associazione Italiana Biblioteche (AIB) e dal Centro per la Salute del Bambino (CSB), con il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali e l’accreditamento del Ministero della salute.
Recenti ricerche scientifiche dimostrano come il leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale (è una opportunità di relazione tra bambino e genitori), che cognitivo (si sviluppa meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura); per di più si consolida nel bambino l’abitudine a leggere che si protrae, poi, nelle età successive anche grazie all’imprinting precoce legato alla relazione. Leggere a un bambino vuol dire saper trasmettere non solo una storia, un racconto, una filastrocca, ma anche il proprio modo di essere e di sentire. Non è tanto la qualità della storia o la qualità tecnica della lettura che rende indimenticabile l’esperienza, quanto la relazione che si crea tra adulto e bambino, il legame che si rinsalda in un momento di comunicazione altamente affettivo che genera la necessità di riprovare le stesse emozioni ripetendo l’esperienza. Ovviamente, sotto il profilo specificatamente pedagogico, dalla lettura ad alta voce possono scaturire effetti positivi di vario tipo e di vario livello, quali aumento delle competenze linguistiche, consolidamento dell’intelligenza narrativa, sviluppo della capacità di ascolto e dilatazione del tempo di attenzione, acquisizione della capacità di creare immagini mentali sulla base del solo codice verbale.
Alcune biblioteche del Sistema, servizi per la prima infanzia e alcune librerie, hanno realizzato l’allestimento di spazi “morbidi” pensati specificatamente per bambini tra 0 e 5 anni e dotati di un’adeguata offerta libraria ed hanno distribuito materiale informativo sul progetto ai genitori. Sono stati realizzate iniziative ed eventi, spesso con una collaborazione tra le strutture presenti sul territorio, in cui i bambini hanno potuto incontrare la lettura e i libri.

Attività

La formazione

Materiale

Link utili

Iniziative